BLOG

RECENSIONE: storia dei greci DI i. montanelli


mascherone d'oro di Agamennone, museo archeologico di Atene

Mascherone d'oro di Agamennone, museo archeologico di Atene

RECENSIONE - STORIA DEI GRECI DI INDRO MONTANELLI

Opera divulgativa magistrale. Montanelli con il suo umorismo sottilissimo e la sua bravura nel accostare fatti storici ad aneddoti interessanti, ripercorre la storia della Grecia come non era mai stato fatto prima. Ho apprezzato particolarmente il coinvolgimento di Schliemann (l'archeologo che ha scoperto le rovine di Troia e la tomba di Agamennone) nella ricostruzione delle radici della cultura Grecia.

Riporto il paragrafo che mi ha affascinato di più:
"In realtà quella che qui finisce è soltanto la storia politica di un popolo che non era riuscito a diventare una nazione. Le ragioni del suo fallimento le conosciamo già. Esso non seppe superare il limitato orizzonte della città-stato, e all'interno di esso non seppe conciliare l'ordine con la libertà. Lo sfrenato individualismo e le guerre dissennate furono le sue malattie. In compenso esso elaborò una civiltà che non morì, che non poteva morire per il semplice fatto che, come dice Durant, le civiltà non muoiono mai. Emigrano soltanto, cambiano lingua, latitudini e costumi. Emilio Paolo, che deportò a Roma mille intellettuali greci, e Mummio, che vi trasferì tutte le opere d'arte di Corinto, certamente non si rendevano conto che stavano trasformando in vittoria la disfatta della Grecia. Eppure, fu proprio COSì. I romani stessi poco dopo se ne accorsero e lo dissero: «Graecia capta ferum victorem cepit...», la Grecia conquistata conquistò il barbaro conquistatore. In quella specie di corsa a staffette ch'è la storia, la fiaccola della civiltà viene affidata dai popoli raffinati e decadenti a quelli giovani e rozzi che hanno la forza di portarla verso nuovi traguardi."

La Storia dei Greci, un saggio storico scritto da Indro Montanelli, edito da Rizzoli a Milano nel 1959.